Nella giornata di ieri, la squadra Volanti della Questura di Frosinone, nell'ambito del servizio straordinari di controllo del territorio attuato per il contrasto dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e allo sfruttamento della prostituzione, ha  proceduto all'arresto di un uomo per  possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e per violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale.

I fatti
In particolare, il personale operante ha proceduto al controllo di un uomo, già noto per aver commesso in passato reati connessi allo spaccio degli stupefacenti, in quanto sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con Obbligo di Soggiorno per anni 2, hanno proceduto al controllo nei suoi confronti.

Non appena il soggetto ha aperto la porta gli operanti immediatamente hanno notato sotto il tavolino del soggiorno, numerosi piccoli involucri, subito riconosciuti come microdosi di sostanza stupefacente verosimilmente cocaina.

Stante la flagranza, gli operanti hanno chiesto quindi l'ausilio dell'unità della Squadra Cinofili di Nettuno, e grazie all'infallibile fiuto del cane Isco sono state trovate e sequestrate altre 5 identiche microdosi ed un involucro, analogo ai precedenti, di dimensioni ben maggiori, oltre ad un fiore di marjuana, materiale per il confezionamento e la somma di 225 euro in banconote di vario taglio verosimilmente provento dello spaccio.

Il soggetto è stato quindi arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio e per la violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale. Sottoposto a rito direttissimo è stato posto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, mentre la sostanza stupefacente rinvenuta è stata sequestrata.