L'emergenza sanitaria, con le sue limitazioni, non ferma la cultura e a Ceprano proseguono a pieno ritmo le visite nella sede del Museo archeologico di Fregellae, curate dalla direttrice Teresa Ceccacci. I reperti dell'antica colonia romana conservano un fascino unico, per cui i visitatori continuano a prenotare i viaggi attraverso il fantastico mondo dell'archeologia vissuto fra i resti dell'antica colonia che osò ribellarsi a Roma e che per questo fu distrutta. Per il rilancio del museo civico è in corso un'attività di promozione del patrimonio archeologico locale, ovviamente in sicurezza.

Prosegue senza sosta, pertanto, la diffusione della storia locale testimoniata da reperti riportati alla luce nel corso delle varie campagne di scavo condotte anche sul territorio di Ceprano. Sicuramente, il patrimonio archeologico sarà adeguatamente valorizzato quando l'intera museo potrà essere trasferito nei più ampi locali di Palazzo Vespignani, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione per l'allestimento appunto dell'esposizione museale. A tale scopo, verranno creati percorsi interattivi, destinati soprattutto alle scolaresche, che potranno apprendere la storia locale, immerse nella realtà virtuale ricreata per l'antica colonia di Fregellae.

L'attività del museo cepranese non si è mai fermata, neppure nei periodi di lockdown in cui sono state promosse iniziative on-line che hanno coinvolto bambini ed adulti. Oggi si possono effettuare le visite mediante prenotazione e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza. Un'occasione da non lasciarsi sfuggire per un viaggio indietro nel tempo.