Mettersi alla guida sotto l'effetto delle sostanze alcoliche dopo un momento al bar, una serata al ristorante o in una discoteca. Quali i rischi? L'amministrazione comunale di Veroli ha sposato l'iniziativa sulla prevenzione ed educazione alla legalità e in collaborazione con la Croce rossa italiana e la polizia locale ha aderito a un importante progetto. Progetto che nello scorso fine settimana ha visto nuovamente in strada agenti della polizia locale e il personale della Croce rossa nel piazzale Vittorio Veneto per effettuare controlli e misurazione tramite alcoltest monouso ai giovani che volontariamente si sono sottoposti alla prova.

Venerdì scorso, infatti, dopo il primo evento della settimana precedente, è stata data la possibilità ai ragazzi di controllare il tasso alcolemico: un programma di prevenzione, volto a sviluppare nei giovani una maggiore consapevolezza degli effetti del consumo di alcol. Insieme agli agenti coordinati dal comandante Massimo Belli, c'erano i volontari della Croce rossa.

«I giovani CRI del comitato di Frosinone nel corso degli anni hanno costantemente lavorato sia su progetti di sensibilizzazione in materia di sicurezza stradale che di promozione di stili di vita sani e sicuri - aveva commentato durante la precedente iniziativa Ivan Lando, consigliere della Croce rossa di Frosinone - operando costantemente con attività semplici e dirette. La sicurezza ed il benessere dell'individuo e della comunità sono obiettivi primari della nostra quotidianità e siamo orgogliosi di collaborare con l'amministrazione comunale di Veroli, con il Corpo della polizia Locale per questo progetto».

«Un'iniziativa finalizzata alla promozione di un corretto e salutare stile di vita focalizzando gli effetti degli abusi sulla sfera sociale e sul benessere dell'individuo» - le parole dell'assessore patrizia Viglianti.