Tutti pronti con le dita sul touchscreen dello smartphone o sul mouse del computer. Da mezzogiorno di oggi, fino alle 12 di lunedì Boville Ernica è in gara con Collalto Sabino e Civita di Bagnoregio nel concorso che anche quest'anno VisitLazio, il portale turistico della Regione Lazio, ha dedicato ai Borghi più belli del Lazio, certificati da I Borghi più belli d'Italia. Fra cui appunto c'è il paese di Boville Ernica con il mosaico dell'Angelo di Giotto, il sarcofago paleocristiano con la raffigurazione del presepe più antico d'Europa e tanto altro da ammirare fra arte cultura e monumenti.

«Sette le sfide della prima fase del contest che si concluderà lunedì 26 luglio - come spiegano il sindaco Enzo Perciballi, l'assessore alla Cultura Anna Maria Fratarcangeli e la delegata al Turismo Martina Bocconi - ciascuna delle quali sta coinvolgendo tre borghi con i loro patrimoni di storia, natura, cultura, enogastronomia. Per la nostra Boville Ernica, che sfiderà Collalto Sabino e Civita di Bagnoregio, l'appuntamento è stato stabilito per oggi».

Ecco come esprimere la propria preferenza per Boville Ernica: «Per votare, soltanto dalle ore 12 di oggi alle 12 di lunedì 26 luglio) occorre semplicemente accedere al link https: https://www.facebook.com/visitlazio/ o navigare sulla pagina social del portale VisitLazio e cliccare sull'emoticon assegnata a Boville Ernica fra le tre in competizione.

Passeranno il turno i sette vincitori delle altrettante sfide, che torneranno a sfidarsi nelle semifinali in programma il 28 e 31 luglio ed il 2 agosto.
«Si tratta di una opportunità per contribuire alla conoscenza e alla promozione del nostro territorio – è l'accorato appello degli amministratori di Boville Ernica - e in tale ottica assume particolare importanza la diffusione capillare dell'iniziativa. Per questo chiediamo a tutti, concittadini e residenti dei paesi vicini e di tutta la provincia di sostenere il nostro comune con un semplice click perché si tratta di un'iniziativa che fa bene alla filiera culturale e turistica di tutto comprensorio ciociaro».