Ad un anno di distanza sono scattati di nuovo i sigilli al noto locale "Blue Moon" di Ponza, situato nel centro storico, cuore della movida isolana. Lo scorso anno furono ben due i sequestri. I provvedimenti scaturirono da violazioni consistenti nella mancata esecuzione del provvedimento di chiusura provvisoria del locale emessoper mancato rispetto delle prescrizioni inerenti all'emergenza epidemiologica e nell'aver diffuso musica ad alto volume e oltre gli orari consentiti così violando ordinanza dell'autorità comunale.

Quest'anno, è stata invece la capitaneria ad eseguire il provvedimento, e pare che alla base ci sia i metri quadrati concessi per allestire l'area esterna, che pare siano ben oltre quelli dati in concessione dal demanio. Il locale è salito agli onori della cronaca non solo per questi fatti legati ad aspetti burocratici ma per la tragedia di Gimmy, Gianmarco Pozzi, il 28enne romano ex pugile trovato morto per la cui morte si sta indagando per omicidio e che lavorava presso questo locale come buttafuori. Anche in questo caso i legali dei titolari presenteranno un ricorso d'urgenza come lo scorso anno. E staremo a vedere se il giudice anche questa volta lo dissequestrerà con la stessa velocità.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99