Nella parrocchia di Santa Barbara, in piazza Trento, si sono svolti ieri mattina i funerali di don Antonio Sacchetti, 84 anni, nato a Fontana Liri, venuto a mancare dopo una breve malattia. La cerimonia funebre è stata concelebrata dal vescovo Gerardo Antonazzo e dal parroco don Pasqualino Porretta con l'assistenza del diacono Marcello Giannetti.

Presenti molti sacerdoti delle chiese vicine. Tanti anche i cittadini all'interno della chiesa e fuori. Tutti hanno voluto tributare l'ultimo saluto all'arciprete come segno di apprezzamento per il suo lungo e prezioso servizio. Nell'omelia il vescovo ha ricordato il suo alto servizio sacerdotale svolto con semplicità e con indubbie capacità.

Ordinato sacerdote nel 1965, è stato per 24 anni reggente del santuario della Madonna di Canneto e della parrocchia di Settefrati. Poi il lungo servizio nelle chiese di Sora, come insegnante di religione e di musica, quindi di Arce nella chiesa degli Apostoli Pietro e Paolo e da ultimo in quella di San Bernardo a Rocca d'Arce. Alla cerimonia erano presenti la sorella, i nipoti, altri parenti, il sindaco Gianpio Sarracco, il vice Cristiano Grimaldi, il sindaco di Rocca d'Arce Rita Colafrancesco, l'amico artista Vincenzo Bianchi, lo storico Ferdinando Corradini, l'ex direttore didattico Mario Mollicone.