Il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra Maurizio Cianfrocca intende segnalare ulteriori disservizi per gli utenti delle Poste del comune di Alatri.
Da settimane, l'aspirante primo cittadino, che è sostenuto da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e da tre liste civiche ha iniziato a porre accenti su questa questione.

«Dopo la mia denuncia sulla chiusura temporanea dello sportello di Alatri, un atto che considero senza alcun rispetto per l'intera utenza premette Cianfrocca mi sono giunte altre segnalazione relative al servizio bancoposta che risulta fuori servizio sia ad Alatri sia presso l'ufficio di Tecchiena».

Cianfrocca ritiene che la questione vada risolta, e in breve tempo: «Il disagio per tutti i clienti è inaccettabile -aggiunge il candidato, che è sostenuto pure da Patto Civico, Alatri Bene Comune ed Alatri Comunità ma quello che di più indispettisce è la totale indifferenza dell'amministrazione che ha accettato in maniera passiva la decisione delle Poste di interrompere per quindici giorni l'attività di un intero ufficio postale senza prevedere un servizio alternativo adeguato».

L'amministrazione Morini, insomma, avrebbe dovuto prevedere cosa sarebbe successo con l'interruzione di un servizio essenziale come quello delle Poste. Chi è chiamato ad amministrare, in buona sostanza, è chiamato a farlo: «Continueremo a vigilare e a denunciare questi disservizi, ma è auspicabile che le istituzioni facciano altrettanto, pretendendo da Poste Italiane un maggior rispetto per i cittadini e per gli utenti tutti».