Dopo Sant'Ambrogio sul Garigliano, anche a Pignataro Interamna è tornato il Coronavirus. Un caso si registra anche nel comune di Sant'Apollinare. E la settimana scorsa un giovane era stato segnalato dall'Asl di Frosinone nel paese di Sant'Ambrogio sul Garigliano, che poteva dirsi Covid free dal mese di gennaio.

A Pignataro, come a Sant'Apollinare, è stato lo stesso sindaco Benedetto Murro a dare la notizia ai suoi concittadini. «L'Asl mi ha segnalato un caso di una persona affetta da Covid. Devo purtroppo aggiornare i dati fermi al 3 giugno quando Pignataro diventava Covid free. In totale – ricorda il primo cittadino – dall'inizio della pandemia abbiamo avuto centosessantasei casi di cui attualmente un positivo, centocinquantotto negativizzati e sette persone purtroppo decedute».

«Ormai è chiaro a tutti – precisa Murro che l'unica arma contro l'ennesima variante o comunque contro il virus sono le vaccinazioni. Come già detto più volte, chiunque abbia problemi a prenotare il vaccino o anche se conoscete famiglie con questo problema, magari di anziani soli o che non hanno supporto, chiamateci che provvederemo noi».

Neanche Sant'Apollinare è più Covid free, perché anche nel paese della valle dei santi si registra un nuovo caso di positività al virus in isolamento domiciliare, nei confronti del quale il sindaco Enzo Scittarelli ha espresso massima solidarietà.
Ha inoltre invitato la popolazione a non abbassare la guardia, ora che siamo in «zona bianca». Ed è tornata la paura del Covid anche a Sant'Ambrogio sul Garigliano. Nel piccolo centro non si registravano casi di Coronavirus dal mese di gennaio. Ora invece c'è una persona positiva, confermata dall'Asl nella comunicazione che ha inviato qualche giorno fa al sindaco Sergio Messore.

«La persona positiva è attualmente in isolamento domiciliare – ha spiegato il sindaco Sergio Messore - e ha attuato tutte le prescrizioni previste nei protocolli sanitari. Al nostro cittadino a nome mio e di tutta l'amministrazione comunale rivolgo sentimenti di vicinanza e di solidarietà con gli auguri di una rapida e pronta guarigione». Poi Messore ha fatto appello alla popolazione: "Raccomando a tutti coloro che ancora non hanno terminato il ciclo vaccinale, soprattutto ai più giovani, di continuare a rispettare le regole».