È iniziato nei giorni scorsi, presso la sala San Pietro, alla presenza di alcuni amministratori del Comune di Trevi, il servizio civile nazionale. Venticinque sono gli operatori volontari che sono risultati idonei e selezionati al termine delle procedure selettive. E che saranno occupati in tre progetti presentati dal Comune.

Si tratta di quello riguardante la "promozione educativa e culturale dei giovani" che interesserà 8 volontari. Un altro progetto avrà come tema la "riqualificazione urbana e ambientale del territorio" che occuperà 4 volontari. A chiudere il progetto più corposo in termini di volontari (13) e cioè quello riguardante il percorso "tuteliamo e valorizziamo i beni culturali, storici artistici, museali e librari".

Il servizio durerà un anno e si spera possa essere per i giovani un buon trampolino di lancio per avventure lavorative future migliori e indipendenti. Intanto lavorare nel proprio paese per il paese non è cosa da poco. Ai venticinque volontari gli auguri da parte dell'intera amministrazione Grazioli che per un anno intero potr contare su un supporto importante per lo svolgimento di percorsi culturali e di valorizzazione.