Un gesto veramente deplorevole, condannato da un intero paese. Due automobili sono state completamente rovinate da ignoti vandali in pieno giorno e in pieno centro. L'episodio si è verificato sabato scorso all'ora di pranzo, quando tutti erano a tavola. Un paese deserto, caldo torrido e strade vuote hanno permesso a questi personaggi di agire indisturbati.

Due macchine di proprietà di altrettanti membri della stessa famiglia sono state danneggiate con scritte a mò di graffiti sulla carrozzeria, offensive, fatte con rabbia e disprezzo. Danni costosi da riparare ma, oltre all'aspetto economico, ci sta pure l'affronto personale, l'umiliazione che certe parole causano all'animo.

Il fatto è stato prontamente denunciato ai carabinieri del maresciallo Danilo Venturi, che hanno effettuato i rilievi di rito sulle vetture e hanno raccoltola denuncia. Emerge un particolare dall'osservazione delle scritte.
La grafia con cui è stata tracciata una particolare lettera farebbe ipotizzare l'identità dello scrivente.

Le auto, una Smart e una Ford Focus erano posteggiate in due zone diverse del paese, entrambe centrali, eppure sono state prese di mira e letteralmente rovinate. Bulli, vandali e distruttori seriali sono molto diffusi purtroppo, in ogni città, e a rimetterci sono sempre gli onesti cittadini. Purtroppo questi danneggiamenti anche verso il patrimonio pubblico sono diventati la prassi, un modo di comunicare disagio e ignoranza, emarginazione. Sta di fatto che i danni provocati alle due macchine sono rilevanti, specie per chi ha fatto sacrifici per acquistarle. Lottando insieme, però, si può vincere contro questa piaga sociale travestita da vandalismo, e chi danneggia arredi urbani e oggetti altrui dovrà rendersi conto che questo non è il modo migliore di comunicare.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.
EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99