Movimenti franosi e zone da mettere in sicurezza, la fase operativa era stata già annunciata dall'amministrazione. Ora si entra nel vivo.

Cinque i bandi, pubblicati sull'albo pretorio del Comune, per rispettivi interventi relativi al dissesto idrogeologico sull'intero territorio comunale, a partire dalla frana di San Michele, movimento già presente da tempo ma divenuto critico nei mesi scorsi, quando le abbondanti precipitazioni avevano portato a crolli e a seri problemi per i residenti.

Ma i bandi e, dunque, gli interventi riguarderanno anche via Montemaggio, il torrente Calcara a Caira, insieme a via Monacato e alla mulattiera Terelle; la zona di Sant'Angelo con tre interventi: in via Colle Romano, in via Folcara e in via Collecanne. E, infine, via Pinchera.

«La scadenza del bando è il 14 luglio» sottolineano dal Comune, mentre il sindaco Salera ha voluto ricordare che «come da impegni assunti innanzitutto con gli abitanti delle località interessate dai movimenti franosi, la sua amministrazione si è data da fare per accelerare le procedure per poter affidare i lavori». Gli interventi saranno possibili grazie a un finanziamento del ministero degli Interni, il cui importo complessivi ammonta a cinque milioni di euro.

Il primo cittadino assicura che «data la serietà e la rilevanza della problematica, tutto continuerà ad esser fatto con scrupolosa responsabilità». L'ingegner Francesco Carlino, assessore ai Lavori pubblici, aggiunge: «Abbiamo completato le fasi progettuali.
A scadenza del termine del bando passeremo all'affidamento dei lavori nel rigoroso rispetto dei tempi previsti. L'iter, come si sa, va seguito senza forzature che potrebbero poi ritardare il tutto. La nostra attenzione c'è tutta rispetto ad un problema serio, che preoccupa tanti nostri concittadini, ma anche noi».
Nei prossimi giorni verrà convocata una conferenza stampa per illustrare nei dettagli gli interventi da eseguire.