Alcool assunto in maniera smodata, necessario l'ennesimo intervento dell'ambulanza per una ragazza che, in condizioni critiche e nella noncuranza degli amici, è stata notata da due maratoneti prontamente intervenuti. È accaduto in pieno centro cittadino.

Una ragazza, probabilmente vicina ai18 anni, dopo aver bevuto abbondantemente non riusciva a stare in piedi e gli amici che erano con lei non sembravano interessati «tanto da restare immobili mentre la ragazza vomitava», come riferito da un testimone.

Per il necessario intervento sanitario, l'ambulanza sarebbe stata chiamata da due runner che camminavano in quel luogo, molto frequentato da chi ama macinare chilometri a piedi. I due runner, evidentemente persone di buon senso oltre che ricche di senso civico, hanno rimproverato i ragazzi per il loro menefreghismo, sentendosi dire in risposta che gli stessi "avevano paura dei genitori...".

Gli agenti della polizia locale ammettono sconcertati di venire spesso minacciati dalle decine di giovani provenienti dai paesi vicini. Polizia locale e carabinieri sono sottoposti ad un lavoro improbo e massacrante, che comprende anche il controllo di pubblici esercizi e supermercati che vendono alcoolici a chicchessia. I cittadini chiedono il ripristino del coprifuoco. Un fenomeno questo degli eccessi di una parte dei giovani che dopo il lockdown coinvolge anche tante altre realtà come spesso si legge sui social. Un problema da non sottovalutare come molte inchieste e notizie di cronaca nazionali dimostrano.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99