Accoltellato a Roma e accompagnato all'Umberto Primo, dopo le prime cure lascia l'ospedale e, sbagliando fermata ferroviaria, si ritrova ad Anagni. L'uomo, dell'apparente età di 40/50 anni, ha attirato l'attenzione degli agenti della Polizia Locale mentre si trovava nei pressi della ex Upim. Il personaggio, dell'est europeo, parla a fatica l'italiano sollevava la maglietta mostrando il torace con la fasciatura, raccontando "sono stato accoltellato a Roma; accompagnato al pronto soccorso dell'Umberto Primo, appena ce l'ho fatta sono uscito, recandomi in stazione e prendendo il treno per raggiungere degli amici a Valmontone. Devo essermi confuso, e sono sceso ad Anagni". In qualche modo, il soggetto ha percorso Via della Stazione ed il primo tratto della Via Anticolana, finendo quindi al bivio di Faito. Sdraiato a terra sotto la Croce, ha quindi attirato l'attenzione dei vigili, che hanno chiamato Ares 118 per il trasporto in ospedale e le successive incombenze.