Domenica di lacrime ad Isola del Liri per l'improvvisa morte del gestore della Pizzeria Positano nel cuore della città delle Cascate. Aveva 61 anni Ferdinando Scala, originario di Cava dei Tirreni, ma da tempo residente ad Isola del Liri con la sua famiglia. Ieri mattina, prima dell'ora di pranzo, il malore improvviso. Ad arrivare davanti al locale la macchina dei soccorsi, ma per il sessantaduenne, isolano d'adozione, non c'è stato nulla da fare. Sul posto due ambulanze e l'automedica. Purtroppo sono risultati vani i tentativi di salvarlo, il cuore dell'uomo ha cessato di battere gettando nello sconforto parenti ed amici. Ad arrivare anche gli agenti della polizia di stato.

Tanti lo descrivono come un gran lavoratore, attento al suo locale e sempre pronto ad accontentare la clientela. Per tutti era "Zio Ferdy", un modo familiare per caratterizzare il suo essere "buono" ed amico di tutti. «Siamo profondamente addolorati per la prematura perdita di Ferdinando Scala "Zio Ferdy" della pizzeria Positano. Esprimiamo la nostra vicinanza a tutti i suoi familiari». Con parole cariche di dispiacere i commercianti di Isola del Liri hanno salutato l'uomo.
Dalla casa comunale anche il sindaco Massimiliano Quadrini ha espresso vicinanza alla famiglia. «Non ci sono parole per una morte così improvvisa - ha continuato il primo cittadino della città delle Cascate Era un uomo che amava il suo lavoro, che ha fatto tanti sacrifici per gestire l'attività, ed ora non c'è più. Siamo dispiaciuti per la prematura scomparsa del caro Ferdinando. Alla sua famiglia esprimiamo le più sentite condoglianze».

A fare eco a Quadrini il vice sindaco Francesco Romano. «Anche se originario della provincia di Salerno, viveva a Isola del Liri da anni. Era un grande lavoratore. Una persona solare, era sempre un piacere passare dieci minuti con lui. Mancherà a tutti. Un abbraccio alla sua famiglia immagino distrutta dal dolore». E tutta la città è pronta a salutare per l'ultima volta, durante i funerali, il suo amico Ferdinando, per tutti "Zio Ferdy".