Continua il lavoro dell'Amministrazione Caligiore sul riordino del mercato. Nella sua ultima riunione, la Commissione commercio ha discusso su una nuova ubicazione dei banchi. Alla seduta, convocata dal presidente Marco Mizzoni, si è unito Alessandro Savoni, consigliere delegato al Commercio, per fare il punto sulla situazione. Erano presenti anche i consiglieri Diego Bruni e Giancarlo Santucci per la maggioranza, Emiliano Di Pofi e Andrea Querqui per l'opposizione.

«La Commissione Commercio ha discusso sullo spostamento del mercato settimanale del mercoledì - ha spiegato il presidente Mizzoni - Dopo una fase sperimentale in piazza XXV Luglio l'Amministrazione comunale, insieme al delegato Alessandro Savoni che ringrazio per il lavoro svolto insieme agli uffici preposti, si è impegnata a trovare la soluzione più adatta per ambulanti e cittadini. I commissari hanno accolto positivamente la nuova disposizione presso il piazzale di Padre Pio, davanti all'ex Pretura, come hanno spiegato bene il delegato Savoni e il dottor Emanuele Colapietro responsabile di settore. Mentre altre migliorie verranno valutate in futuro per il rilancio del settore».

Il consigliere Santucci ha aggiunto: «Ringrazio il delegato Savoni, il quale ha convolto l'intera Commissione e ha sentito i commercianti, che hanno espresso parere favorevole. La prima cosa è fare l'interesse degli ambulanti ascoltandoli: accorpare il mercato nella zona del piazzale di Padre Pio è un'operazione intelligente che ridà slancio all'economia di un settore in difficoltà. Sicuramente, faremo in modo di potenziare i servizi igienici per mettere a proprio agio avventori e commercianti».

Quindi, il commento di Alessandro Savoni: «Siamo arrivati, anche grazie all'opposizione, a un parere favorevole unanime riguardo la proposta dell'Amministrazione, Ringrazio, pertanto, i consiglieri della minoranza per averci ascoltati, oltre al presidente Mizzoni e ai colleghi di maggioranza. Questo processo è iniziato lo scorso quadriennio con la prima consiliatura Caligiore, che però non abbiamo potuto portare avanti.

Adesso, il primo passaggio che abbiamo messo in atto è stato chiedere agli stessi esercenti del mercato come, secondo loro, avremmo potuto andare incontro alle esigenze della categoria. Tanti ci hanno detto che il settore sta morendo e che erano in difficoltà. Ci saranno anche accorgimenti nella disposizione dei banchi per venire incontro alle esigenze dei settori merceologici, che hanno manifestato alcune necessità. È importante avere a ottobre una sede fissa e stabile del mercato, perchè risponderemo a un bando per il recupero delle aree mercatali».