Dopo la violenta scossa delle 18.37 con epicentro a 3 km da Sora e di magnitudo pari a 3.4 (dopo la stima provvisoria dell'Invg che dava una forbice tra 3.2 e 3.7) pochi minuti fa, alle 18.51 si è avuta una "replica": per fortuna stavolta i sismografi si sono fermati ad una magnitudo pari a 2.4 ma è comunque il segnale di uno sciame sismico in atto e che, con due scosse leggere di 1.2 e 1.7, ha convolto anche il vicino piccolo centro di Pescosolido. 

Anche la seconda scossa è stata avvertita dalla popolazione, già in allarme per la prima, parte della quale è scesa per precauzione in strada. 

Una violenta scossa di terremoto ha appena fatto sobbalzare l'intera provincia di Frosinone. Il movimento tellurico è durato diversi secondi ed è stato distintamente avvertito in tutto il territorio, specie nei piani più alti delle abitazioni. Molte le persone che si sono riversate in strada per la paura e il timore del ripetersi di altre scosse. 

In realtà si è trattato di una serie di scosse, un piccolo sciame sismico, la prima alle 15.26 e 52 secondi a Pescosolido di intensità pari a magnitudo 1.2. Seconda scossa, sempre a Pescosolido, alle 18.39 e 13 secondi. Stavolta di magnitudo pari a 1.7. Ma la scossa più forte, violenta e prolungata, c'è stata alle 18.34 con epicentro Sora e magnitudo 3.4. 

L'Istituto Nazionale Vulcanologia e Geofisica ha così riassunto tecnicamente l'evento sismico: "Scossa di terremoto in Abruzzo avvertita distintamente anche nelle zone di confine con la Ciociaria. Al momento l'Ingv scrive solo questo: STIMA PROVVISORIA - Terremoto di magnitudo tra 3.2 e 3.7 ore 18:37 IT del 22-06-2021, prov/zona L'Aquila. L'epicentro è a tre chilometri da Sora. Per ora non ci segnalano danni.

di: Danilo Del Greco