Un esame di stato molto "colorato" al liceo artistico "Antonio Valente" di Sora. Tra i soggetti naturali più rappresentati nei quadri, nelle decorazioni e nelle opere d'arte in genere ci sono i fiori. Proprio dipingendo i fiori, da sempre gli artisti hanno avuto la possibilità di rappresentare la bellezza, la fantasia e la spettacolare delicatezza di cui è capace la natura.

Partendo da questa semplice riflessione e traendo ispirazione da "Flowers", un importante lavoro di Andy Warhol, considerato il padre della pop art, gli allievi della classe quinta B del corso di arti figurative del liceo artistico "Antonio Valente" hanno dipinto sedici teli della misura di 275 per 100 centimetri, che sono esposti da ieri mattina all'ingresso della scuola. Resteranno lì fino al 24 giugno, quindi fino al termine degli esami di maturità della classe.

I teli, che sono il risultato finale di un lungo lavoro di progettazione, sono stati realizzati ad acrilico con effetto stencil (che ogni allievo si è costruito da solo), rappresentano svariati tipi di fiori stilizzati. I colori intensi e decisi testimoniano la reazione a un lungo periodo scolastico che si è svolto per la maggior parte delle ore a distanza. Un'esplosione di colori per uscire da un periodo piuttosto grigio, un auspicio per il futuro.

Come ogni anno, la classe quinta B del corso di arti figurative si impegna a lasciare un "segno" a chiusura del percorso scolastico e, non potendo fare mostre o installazioni nei luoghi pubblici, ha usato come location proprio la scuola di via Lucarelli. Ad appendere i teli è stato il professor Fabio Landolfi, un insegnante innamorato del suo lavoro che stimola la creatività dei suoi alunni insieme a tutto il corpo docente del liceo.