Aggredisce il nonno per denaro, danneggia casa e auto, poi si scaglia contro i carabinieri e viene arrestato per tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.
Un pomeriggio da incubo quello vissuto sabato da un ottantunenne di Cassino, riuscito a sfuggire alla violenza cieca del nipote. Il giovane, un trentaduenne del posto - già noto per problemi psichiatrici - ha perso ogni margine di ragione quando il nonno gli avrebbe negato l'ennesima somma di denaro necessario ad acquistare integratori (come accertato dai militari) per stimolare lo sviluppo della massa muscolare nell'attività sportiva di bodybuilding di cui è grande appassionato.

Quel "no" è stato un detonatore: prima le urla e gli insulti, poi l'aggressione. E le minacce con due coltellacci da cucina afferrati nell'impeto della lite. Quindi avrebbe preso a danneggiare l'abitazione distruggendo mobili e scaraventando tutto a terra. Prendendosela anche con l'auto dell'anziano che, nel frattempo, si era rifugiato da un vicino di casa per sfuggire alla violenza. Una situazione al limite, sembrerebbe neppure la prima. Diverse e costanti - come ricostruito dai carabinieri - le richieste di denaro da parte del giovane disoccupato al nonno. Spesso proprio per acquistare quei prodotti necessari ad aumentare la massa muscolare.

Sabato, all'arrivo dei militari agli ordini del capitano Scolaro e del tenente Giorgione, con il supporto dei militari della Sezione radiomobile di Cassino e quello del locale Commissariato nonché dal personale del 118, l'aggressore in evidente stato di alterazione psico-fisica si è scagliato anche contro le forze di polizia: ci è voluto molto per riportarlo alla ragione prime di essere arrestato.

Alla vittima, trasportata in ospedale, è stata diagnosticata una contusione dell'arcata dell'orbita sinistra ed escoriazione al gomito oltre a contusioni a una spalla: visitato, è stato dimesso con una prognosi di sette giorni. Le armi da taglio utilizzate, due coltelli da cucina della lunghezza di 35 e 20 centimetri. Il trentenne, E.I., è stato arrestato per tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. E trasferito nelle camere di sicurezza, a disposizione dell'autorità giudiziaria.