Prosegue spedita la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 a Villa Gioia di Sora. Dal 17 maggio scorso la struttura è scesa in campo per supportare la Asl di Frosinone. Duecento le dosi giornaliere inoculate. Un impegno importante al fianco della sanità pubblica per contribuire a raggiungere nel più breve tempo possibile la tanto auspicata immunità di gregge. Come aveva dichiarato prima della partenza della campagna vaccinale nella struttura, il dottor Alessandro Casinelli ci tiene a ribadire che «i vaccini sono l'unica arma che abbiamo per sconfiggere il virus, più saremo rapidi e prima riusciremo a raggiungere l'immunità di comunità».

Il dottor Roberto Manzi, direttore sanitario della struttura, sottolinea che sulle 4.443 vaccinazioni eseguite finora, non si sono registrati effetti collaterali gravi in alcun paziente: «L'inserimento della casa di cura sorana fra i centri vaccinali del Lazio rappresenta una conquista, un percorso di valorizzazione della struttura sanitaria e il potenziamento del servizio a disposizione dei cittadini. La struttura occupa una posizione centrale, facilmente raggiungibile, dotata di parcheggi e attrezzata. L'istituzione di un centro vaccinale può rappresentare l'inizio di un nuovo piano di potenziamento del presidio, con l'incremento dei servizi. Un ottimo lavoro di squadra coordinato dal dottor Manzi, nominato referente medico per le vaccinazioni, che controlla che i protocolli vengano rispettati e che non si verifichino problemi o rallentamenti.

«Ormai vacciniamo circa 200 persone al giorno ma possiamo raggiungere i 400 vaccini giornalieri, tra prima e seconda dose – spiega Manzi – Abbiamo allestito quattro postazioni, tre fisse e una di riserva, per garantire rapidità ma soprattutto sicurezza. All'arrivo ogni paziente viene sottoposto a un "check-in" per la rilevazione della temperatura e di tutti i parametri, poi cerchiamo di capire se è effettivamente idoneo alla vaccinazione, gli spieghiamo come si svolgerà il tutto e illustriamo il consenso informato. Tutto questo grazie a un team di ragazze e ragazzi che ogni giorno, con la loro professionalità, offrono un rassicurante sorriso a chi decide di vaccinarsi, accompagnandoli durante il percorso, offrendo la loro assistenza per qualsiasi situazione, dalle domande alla compilazione della scheda, un lavoro, appunto, di team.

A quel punto – prosegue il dottor Roberto Manzi – dopo aver inoculato la prima dose, facciamo attendere i pazienti in sale riservate per 15/20 minuti. E non li lasciamo soli neppure nei giorni successivi, qualora qualcuno avesse bisogno di chiarimenti in merito a qualche sintomo insorto, come febbre o cefalea».

Come prenotare il vaccino
I cittadini che ne hanno diritto, per età o appartenenza a categorie che hanno la priorità in questa fase della campagna, potranno prenotare il loro appuntamento nella struttura di Sora attraverso il portale della Regione Lazio, nella sezione "Prenota Vaccino Covid-19", oppure tramite Salute Lazio, tutti i giorni e a qualsiasi orario.

L'adesione alla vaccinazione è libera e volontaria e possono accedere le persone assistite dal Servizio Sanitario Regionale del Lazio, ovvero tutti coloro che sono assistiti da un medico di famiglia convenzionato con il SSR della Regione Lazio. Per prenotare è sufficiente la tessera sanitaria in corso di validità per poter comunicare il Codice fiscale e le ultime13 cifre del codice numerico (TEAM) posto sul retro della tessera.
Il ciclo di vaccinazione consiste in due dosi separate.
Con la prenotazione del primo appuntamento sarà automaticamente prenotato anche il richiamo, da effettuare sempre a Villa Gioia. Settantadue ore prima dell'appuntamento un sms ricorderà la prenotazione fissata.

Per assistenza alla prenotazione o eventuali disdette è possibile contattare il numero 06.164161841 attivo dal lunedì al venerdì con orario 7.30-19.30, sabato con orario 7.30-13. In fase di prenotazione è possibile scegliere la sede e il giorno ma, va ricordato, non è possibile scegliere l'orario, verrà infatti assegnata la prima disponibilità della giornata. Nel giorno e nell'orario prestabiliti basterà presentarsi nella struttura muniti di promemoria della prenotazione, tessera sanitaria e documento d'identità. Se l'interessato è sottoposto a tutela, dovrà presentarsi accompagnato dai soggetti titolari della responsabilità giuridica.