L'opzione Roccasecca non soltanto rimane in campo, ma nelle ultime ore sta prendendo piede come soluzione a medio termine per scongiurare l'emergenza rifiuti a Roma. A medio termine significa da gennaio in poi. Perché per tutto il 2021 l'immondizia della Capitale verrà portata a Viterbo (fino al 30 giugno) e poi in diverse altre regioni.

La questione relativa alla discarica di Cerreto è nota: il quarto bacino si è esaurito nei mesi scorsi. Successivamente la Mad, società che gestisce la discarica, ha comunicato la scelta di non voler procedere lungo la strada dell'autorizzazione ambientale per la realizzazione del quinto bacino.
Da settimane circola l'ipotesi che possano essere requisiti alcuni terreni per poi ultimare il quinto bacino.
Un' operazione che però richiede una settantina di giorni.

Il Corriere della Sera, nell'edizione di ieri, ha scritto: «Per affrontare l'emergenza rifiuti c'è l'ipotesi di requisire alcuni terreni privati e di sbloccare l'apertura del V invaso di Roccasecca, in provincia di Frosinone».

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99