Parte la richiesta di classificazione a strada regionale per l'Asse attrezzato. Spiega i dettagli della procedura già avviata il vicesindaco Vincenzo Cacciarella. «Dalla seconda metà degli anni 90, vale a dire dalla sua realizzazione, la strada Asi che attraversa il nostro territorio per circa quattro chilometri fu classificata strada comunale, a differenza del tratto viario che ricade nel Comune di Pofi, che invece venne classificata strada provinciale. Una disparità che apparve subito insostenibile per Ceprano.

A circa venticinque anni dalla realizzazione - precisa Cacciarella - l'arteria necessita di manutenzione straordinaria, essendo un importante raccordo tra il casello autostradale e la zona industriale, fino alla stazione ferroviaria, interessata da traffico leggero e pesante, con la presenza di ponti e cavalcavia. Dopo un confronto costruttivo e sinergico che abbiamo avuto con il Consorzio Asi e l'Amministrazione provinciale di Frosinone, abbiamo avanzato la proposta alla Regione Lazio affinchè l'importante arteria venisse classificata strada regionale, avendone tutti i requisiti, in modo da acquisirla al proprio patrimonio stradale.

Sarebbe un importante risultato e il giusto riconoscimento dopo tanti anni, che garantirebbe la necessaria manutenzione all'arteria, in quanto oggi né la Provincia e tantomeno il Comune sono in grado di assicurare una puntuale, tempestiva e continuativa cura, visti i problemi di bilancio e la scarsità di risorse a disposizione».

Quindi, Cacciarella conclude soffermandosi sulle prospettive future: «Siamo ottimisti sul fatto che la sinergia tra Comune, Provincia, Asi e Regione Lazio continui a produrre risultati importanti per il nostro territorio, nel tentativo di risolvere uno dei problemi annosi che gravano sul nostro ente». L'Asi serve l'area industriale, una zona che si spera possa captare investimenti e svilupparsi con nuove opportunità di lavoro, portando ricchezza al territorio. Ma ovviamente, bisogna investire e mettere a disposizione degli operatori economici infrastrutture adeguate e servizi necessari per assicurare i presupposti dello sviluppo.