Un messaggio coraggioso tirato fuori dal dolore più profondo, quello che si trascina dietro la perdita di un figlio. Così Maria Rosaria Pagano di Monte San Giovanni Campano ha deciso di mettere nero su bianco questo assurdo viaggio di e con sua figlia, Fabiola Iafati, nel buco nero dell'anoressia.

"Un angelo tra le nuvole…", questo il titolo del libro che, tra ricordi e ferite, è la testimonianza diretta di come
"L'anoressia non è pazzia, ma una malattia dell'anima". Fabiola ha lottato per anni contro i disturbi alimentari, tra ricoveri e momenti di indicibile difficoltà senza mai abbandonare la passione per lo studio. Alla fine il mostro ha vinto e a soli 26 anni, una giovane ragazza dai riccioli biondi si è spenta sotto il peso di una malattia troppo spesso raccontata e affrontata nel modo sbagliato.

Da questo e per questo Maria Rosaria ha deciso di scrivere "Un angelo tra le nuvole…".
La presentazione del libro si terrà domenica 20 giugno a Sora, alle ore 19, nella Basilica di San Domenico Abate, più nello specifico nella sala convegni Riccardo Courrier. Ad intervenire, figure professionali quali sociologi e psicologi per analizzare e comprendere meglio cosa può essere fatto per aiutare davvero chi soffre di anoressia e non solo. Nel testo, i ricordi di chi Fabiola l'ha conosciuta e ha voluto lasciare un pensiero per ricordarla. Una testimonianza forte di vita vissuta, perché l'esperienza di Fabiola e sua mamma Maria Rosaria possano essere un monito per altre madri ed altri figli.

Il ricavato dalla vendita del libro sarà devoluto all'associazione Onlus "Mi nutro di vita", che si occupa appunto di sostenere le persone affette da disturbi alimentari e i loro cari, con focus e attività divulgative in merito.