«La campagna vaccinale sta andando spedita: da ieri a mezzanotte (domenica, ndr) 120.00 prenotazioni nella fascia d'età 17/24 anni (1997/2004)», afferma l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato.
Alle 21 di ieri sera, le dosi di vaccino somministrate dall'Asl di Frosinone avevano raggiunto quota 286.554. Rispetto a una settimana fa, la crescita è stata di 28.910 unità, per una media giornaliera di 4.130 vaccini.

Nella regione Lazio sono state somministrate 4.233.251 dosi di cui 59.336 nelle ultime 24 ore. Nel Lazio sono 1.482.862 le persone che hanno già l'intera copertura vaccinale. A livello nazionale le somministrazioni ammontano a 42.557.196. Il 26% della popolazione over 12 è immunizzata, avendo completato il percorso vaccinale. Si tratta di 14.201.115 persone.

A livello percentuale le regioni che hanno somministrato più dosi rispetto a quelle ricevute sono la Lombardia con il 95,6%, le Marche con il 95,2%, l'Abruzzo con il 95,1%, la Liguria e la Puglia con il 94,4%, l'Emilia Romagna, il Molise e l'Umbria con il 94,1%. Recupera posizioni il Lazio che è a 92,3% dietro ci sono la Toscana con il 92,1%, la provincia di Trento con il 91,7% al pari della Valle d'Aosta, la Sicilia con il 90,5%, la Calabria con l'88,8% e la Sardegna con l'86%.
Per numero assoluto - secondo i numeri del Governo - la Lombardia ha somministrato 7.363.813 dosi, il Lazio 4.248.975 e la Campania con 4.145.471, le uniche regioni oltre i quattro milioni di sieri somministrati. Sopra i tre milioni di dosi Veneto, Sicilia, Emilia Romagna e Piemonte. Oltre i due milioni Puglia e Toscana. Oltre il milione Liguria, Sardegna e Marche.