Con l'acconto di domani, 16 giugno, i cittadini verseranno allo Stato 9,8 miliardi di euro per l'Imu, il cui gettito complessivo annuo sarà di 19,6 miliardi, ovvero il doppio. Tale gettito tiene conto dell'abolizione delle rate Imu introdotte durante il 2021, per alcuni immobili strumentali alla produzione, individuati nei vari decreti per contrastare la pandemia. Dovranno versare gli importi stabiliti oltre 25 milioni di proprietari di immobili diversi dall'abitazione principale, di cui il 41% sono lavoratori dipendenti e pensionati.

«Il costo medio dell'Imu su una seconda casa ubicata in un capoluogo di provincia - spiega Ivana Veronese, segretaria confederale della Uil - sarà di 1.070 euro, 535 dei quali da versare come acconto di giugno, con punte di oltre 2mila euro nelle grandi città».

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99