Si è dimesso da consigliere comunale. L'annuncio a sorpresa di Carmine Di Mambro in assise, poco fa. Era appena subentrato a Mario Abbruzzese e molti avevano salutato con benevolenza l'ingresso di un esponente che si è contraddistinto, negli anni, per le tante battaglie legate alla sanità e ai diritti del malati, con carisma e impegno costante. Punto di riferimento per moltissimi cittadini.

Ma ieri ha ritenuto opportuno "rimettere il mandato da Consigliere Comunale di Cassino. Lo faccio perché non permetto a nessuno di dire o pensare cose non vere sulla mia persona e sul mio ingresso in consiglio comunale.

Ci sono cose molto più importanti della poltrona da consigliere comunale e si chiamano: dignità, credibilità, fiducia e famiglia. Sì, famiglia. La serenità della famiglia non si mette in discussione per niente al mondo e in questo momento abbiamo bisogno di tranquillità. Chiedo scusa a quelle persone che possono, in qualche modo, rimanere deluse dalla mia decisione, ma sono convinto che sapranno allo stesso tempo capirla e rispettarla. Continuerò sempre le mie battaglie nel sociale, anche al di fuori del consiglio comunale, come ho continuamente fatto in questi anni. Buon lavoro a tutti, maggioranza e opposizione".
Un dispiacere corale quello espresso in assise per una personalità stimata. Al suo posto entrerà in consiglio Benedetto Leone.
Fuori dall'assise, partiti e movimenti in fermento! Geografie politiche alla mano...