Un grande lavoratore, un marito amato e un padre fantastico. Vittorio Miele aveva quarantadue anni, era un autotrasportatore, tutta la settimana a bordo del suo tir sull'autostrada e il fine settimana a casa con l'adorata moglie e le sue tre principesse.

Giovedì era a bordo del suo mezzo sulla A13 quando è rimasto coinvolto in un terribile tamponamento a catena nel quale lui ha perso la vita, mentre due autotrasportatori sono rimasti feriti. Chiusa la corsia nord dell'A13 tra Occhiobello e Villamarzana.

Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco, la Polizia stradale e il personale della direzione autostrade.
L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio, forze dell'ordine e personale sanitario hanno lavorato al massimo per riuscire a salvare Vittorio che, purtroppo, non ce l'ha fatta.

Nella notte la conferma della sua morte e già ieri mattina quando la terribile notizia si è saputa in città la commozione è stata grande. In tanti conoscevano Vittorio, un bravo ragazzo che amava tanto la sua famiglia, uno come tanti altri che, a causa della pandemia aveva dovuto fare i conti con le difficoltà della quotidianità. Non si è mai tirato indietro davanti al lavoro e tutti conoscevano il suo profondo amore per la sua famiglia e per le sue tre figlie.

social si sono riempiti di messaggi di cordoglio per la moglie Veronica, in tanti hanno ricordato piccoli, grandi momenti vissuti con Vittorio. La salma si trova a Rovigo e dovrà essere trasportata a Cassino.

«Uno si sveglia la mattina per andare a lavorare, per la propria famiglia e non torna più, non è giusto» scrive sui social un amico. La comunità si è unita in una grande ondata d'amore e solidarietà, nella chiesa di Sant'Antonio don Benedetto Minchella e don Francesco Vennitti stanno raccogliendo fondi per sostenere la famiglia in questo difficile momento, per pagare le spese per il rientro di Vittorio, per il funerale, per un supporto in un momento così difficile. Intanto la ditta di onoranze funebri D'Aguanno è già al lavoro per il disbrigo delle pratiche.

«Tanti auguri per la festa del papà a te che tifai in quattro per la tua famiglia, sei un papà speciale se bene dopo una settimana fuori appena entri dalla porta se bene sei sfinito ti metti a giocare con le bimbe e le accontenti sempre. Ti ringrazio perché non fai mancare nulla alle nostre bimbe ed a me. Grazie di esistere super papà», queste le parole della moglie sui social per l'ultima festa del papà. Una tragedia immensa che lascia un grandissimo vuoto.