Il futuro candidato a sindaco Massimiliano Vincenzi, dopo avere annunciato che correrà per la poltrona di primo cittadino a Torrice in occasione delle prossime elezioni amministrative, e dopo avere presentato il suo comitato politico, ha avviato un'intensa campagna di ascolto dei cittadini. Nel suo programma che propone all'elettorato del paese, Vincenzi ha deciso di inserire al primo posto proprio l'ascolto.

«L'intera comunità di Torrice ha bisogno di essere ascoltata, di tornare a trovare nella politica un punto di riferimento concreto e attendibile - spiega il candidato sindaco - Bisogna ricostruire un rapporto tra l'Amministrazione comunale e i singoli, le associazioni, le imprese e le contrade. Il palazzo del Comune deve tornare a essere un luogo di confronto. Ma nello stesso tempo, gli amministratori locali devono tornare a mettere al centro le persone e i loro bisogni». Vincenzi fa riferimento anche alla partecipazione attiva attiva dei concittadini «alla costruzione di una comunità all'avanguardia nella formazione, nelle politiche sociali, nello sviluppo economico e nella promozione culturale, dove dovrà fare la differenza».

Per raggiungere questi obiettivi è indispensabile proprio la campagna di ascolto che, come annunciano il candidato e il suo gruppo, «si svolgerà con diverse modalità, rispondendo a un forum on-line, in perfetto anonimato, che i cittadini troveranno sulla pagina Facebook, su Telegram e attraverso un gazebo che ogni domenica di giugno installeremo in quattro luoghi strategici del paese. Il tutto, attraverso tavole rotonde con le associazioni socio-culturali e poi con i commercianti, le imprese locali e per finire con i rappresentanti delle professioni». Infine, conclude Massimiliano Vincenzi, il comitato elettorale insieme all'aspirante sindaco incontreranno i cittadini che vorranno rappresentare le loro idee ed esigenze per una Torrice del futuro.