Troppo degrado e residenti e cittadini prendono contatti con la Asl di Frosinone. Le immagini si commentano da sole e poco c'è da aggiungere. A Sora è necessaria una campagna di sensibilizzazione dato lo scarso senso civico che viene rappresentato ogni volta che si abbandonano i rifiuti di ogni tipo vicino ai cassonetti gialli ubicati in diverse zone della città. In centro o in periferia la fotografia è la stessa. Pontrinio, San Giuliano, Viale Regina Elena, zona industriale, quartiere la Selva abbandonati vestiti, elettrodomestici: insomma rifiuti di ogni genere.

I sorani non vogliono più passeggiare e vivere tra i rifiuti e per centrare l'obiettivo si sono attivati con una raccolta firme da presentare all'ufficio igiene e sanità pubblica del Distretto C della Asl di Frosinone. Forte è l'appello che i residenti di viale Regina Elena rivolgono alle autorità competenti data la costante presenza di topi sotto casa. Dal Comune della situazione di degrado sono stati informati il primo cittadino, Roberto De Donatis e l'assessore Natalino Coletta. «Abbiamo diffidato per ben due volte la società incaricata di gestire il servizio degli indumenti usati - ha detto Coletta - La nostra volontà è che vengano rimossi tutti i cassonetti in città perché sono ricettacolo di immondizia.

Sono dalla parte dei cittadini che vivono il disagio avendo vicino casa i cassonetti. Se posso far qualcosa sono a disposizione anche nel firmare il documento dei cittadini che presenteranno alla Asl». A rassicurare è il sindaco De Donatis che si è detto a conoscenza del problema ed ha annunciato che nelle prossime ore porrà in essere tutti gli iter necessari per risolvere questa problematica che purtroppo interessa molti quartieri e strade.