Non si ferma a un posto di blocco e viene inseguito dai carabinieri. Quando i militari della stazione di Aquino lo fermano, il motivo della folle corsa appare piuttosto chiaro: aveva appena assunto droga. Ed era senza patente. Il servizio antidroga dell'Arma, particolarmente rafforzato dopo i recenti arresti eseguiti dagli uomini del luogotenente Parrillo proprio in materia di stupefacenti, ha portato ieri a denunciare un operaio di 38 anni del posto che si era messo alla guida dopo aver fatto uso di eroina. Forse, ma questo saranno le indagini a stabilirlo, iniettandosi una dose direttamente al volante.

Momenti concitati
Quando i carabinieri della locale stazione della Compagnia di Pontecorvo, guidata dal capitano Nicolai e dal tenente Fava hanno imposto l'alt per un accertamento, hanno dovuto fare i conti con una realtà imprevista: l'uomo al volante ha accelerato.
Dopo un breve ma intenso inseguimento è stato fermato. Le sue condizioni sono apparse serie: visibile lo stato confusionale. In auto ancora la siringa sporca di sangue. Usata, per sua stessa ammissione, poco prima.

I carabinieri hanno approfondito i controlli, rilevando inoltre che il trentottenne era al volante senza neppure la patente perché già ritirata un anni prima. Immediata la denuncia in stato di libertà per guida in stato di alterazione psico-fisica legata all'uso di stupefacenti. L'uomo è stato anche sanzionato poiché inottemperante all'alt e per non aver tenuto una velocità commisurata alle condizioni della strada.