Operazione "Cavum", udienza preliminare rinviata al 5 luglio per sanare difetti di notifiche. A marzo scorso è stato richiesto il rinvio a giudizio per gli indagati finiti nell'inchiesta dei carabinieri forestali, su un traffico illecito di rifiuti nella cava Monticchio a Ferentino, gestita dai fratelli Nando e Luigi Cocco.

I militari, a gennaio 2020, hanno eseguito un'ordinanza di applicazione di misure cautelari reali e personali emanata dal gip presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica di Roma.

Per i fratelli Cocco l'accusa di aver violato le norme
che regolamentano lo smaltimento dei rifiuti, in particolare a seguito delle indagini compiute dagli
uomini dei carabinieri forestali, del tenente colonnello Masi, dopo anche le riprese video. Era stata
filmata, infatti, una intensa attività di smaltimento illecito.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99