Amianto abbandonato nei cassonetti dei rifiuti. È quanto denunciato dal consigliere di minoranza Angela Tribini attraverso una richiesta urgente di intervento al fine di ripristinare la sicurezza. Ma questo episodio riaccende il problema degli abbandoni incontrollati di rifiuti.

Gli abbandoni
Una vera e propria emergenza che si protrae da tempo con molteplici abbandoni incontrollati di rifiuti in diverse aree. Nel corso degli anni sono state molte le situazioni denunciate dagli stessi cittadini che hanno evidenziato la presenza di rifiuti pericolosi e non. Emblematico quanto accadde qualche mese fa quando i ragazzi del servizio di raccolta di rifiuti si accorsero all'ultimo secondo che qualche incosciente aveva gettato in un secchio della spazzatura delle bombole del gas. Ma sono tante le discariche abusive che nascono in ogni zona.

Allarme amianto
E negli ultimi giorni la situazione è tornata a far preoccupare. In via Aldo Moro e in via Tre Fontane, zone centrali con la presenza di numerosi residenti, sono state rinvenute lastre di amianto. Incivili hanno deciso di gettare il pericoloso materiale, per di più spezzato, nei cassonetti dei rifiuti.

Interviene Tribini
Il consigliere di minoranza Angela Tribini ha immediatamente trasmesso una nota al sindaco Anselmo Rotondo, al responsabile dell'area manutenzione del Comune e al comando dei vigili urbani. Nella stessa evidenzia di aver «ricevuto la segnalazione da parte dei cittadini della presenza di lastre di amianto vicino i secchi della spazzatura in via Aldo Moro e in via Tre Fontane».

Proprio per questo motivo ha chiesto a «tutte le autorità di attivarsi con urgenza a delimitare e rimuovere le lastre di amianto con la bonifica di entrambe le aree».
Il consigliere condanna con forza l'accaduto evidenziando che si tratta di «becere azioni, fatte da persone senza una qualsiasi forma di amor proprio e verso la collettività.

L'amianto oltre ad essere estremamente cancerogeno, come ormai acclarato, come in questa situazione tagliato in più pezzi, tutto ciò lo rende più pericoloso per la salute proprio perché le fibre di amianto si rendono facilmente inalabili».Amianto tagliato a pezzi
e abbandonato in centro