Una visita che, in realtà, può raccontare una storia strategica ben precisa. Siamo a Modena, nella motor Valley, e qualche giorno fa sono arrivati John Elkann, presidente di Stellantis, e Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis che ha deciso di mettersi alla guida di un prototipo della nuova Grecale.

Il suv del Tridente è pronto, tra un paio di mesi, a correre sempre più velocemente sulle linee di Cassino Plant. Proprio su quel pianale Giorgio concepito e creato a Modena. Ma sul modello le ambizioni sembrano, secondo gli esperti, molto elevate.

A Cassino si spera di lavorare con meno cig mentre la Maserati viaggerà spedita verso il mondo del lusso e potrebbe ambire a essere la capofila del gruppo. La fabbrica ai piedi dell'abbazia è l'unica ad avere tecnologie e piattaforme in grado di soddisfare questa esigenza e di accogliere un marchio Maserati che "espatria" dalla sua regione.

Dunque il brand è quello che potrebbe portare verso profitti importanti mentre ha alle spalle una storia e una tradizione di gran spolvero. Il lusso è il settore meno in crisi e quando la pandemia avrà lasciato il suo lontano ricordo sarà quello maggiormente rispolverato. E Maserati come la gamma del lusso. Potrebbe viaggiare senza concorrenza interna data la sua esclusività ed essere pronta a sfidare le sue eguali nel mondo comparto Luxury.