Cento candeline per Luigia Colantonio, un traguardo da condividere non solo tra parenti e amici, ma anche con l'amministrazione comunale, un abbraccio corale dell'intera città. Così il sindaco Roberto De Donatis, a nome della comunità, porge a nonna Luigia, per tutti Gina, i più affettuosi auguri di buon compleanno. Nata ad Isola del Liri il 27 maggio 1921, Gina si è trasferita a Sora quando nel 1942 convolò a nozze con Antonio Carducci.

Un matrimonio lungo e felice dal quale sono venuti al mondo due figli, Anna e Dino, che insieme a Enzo ed Edda, nati da una precedente unione di Antonio, hanno formato una famiglia unita e felice. Dopo essere stata per un periodo casalinga, Gina ha lavorato nella fabbrica "Le Meridionali" fino al 1975. Ha trascorso tutta la sua vita nell'abitazione a Carnello, in via Tombe.
Parenti e amici la descrivono come una donna dal carattere allegro e solare, molto affettuosa soprattutto con i figli, con i nipoti e i pronipoti.

Dotata di un incrollabile ottimismo, il suo detto preferito è da sempre "Pensa a oggi che domani Dio provvede". Sicuramente quello di oggi sarà un giorno da incorniciare tra i ricordi della famiglia della splendida centenaria.