L'ennesimo tesoro fa capolino dal terriccio dei lavori in Piazza Innocenzo III. Un manufatto che desta stupore, e che potrebbe risalire all'epoca bonifaciana, è emerso nel corso degli scavi per il primo lavoro tra i numerosi interventi dell'anno 2021 inseriti nel piano triennale.

La scoperta è stata effettuata dagli operai dell'impresa vincitrice della gara d'appalto, impegnati negli scavi a ridosso del Palazzo Bonifaciano. Qualcuno, avendo dato una prima vista al magnifico spettacolo, azzarda l'ipotesi che potrebbe trattarsi della pianta, scolpita nel travertino, della stessa dimora papale.

Nei prossimi giorni incaricati della Soprintendenza verranno ad Anagni per accertare e dare disposizioni in merito. Guai a seppellire questo altro tesoro, come accaduto per altre scoperte nei paraggi.