La Asl di Frosinone è tra gli 11 finalisti al premio Innovazione digitale in sanità del Politecnico di Milano.
L'Aress Puglia, l'Asl di Frosinone e l'Ausl di Pescara sono finalisti nella categoria "Servizi per l'integrazione ospedale-territorio". È un'iniziativa dell'Osservatorio innovazione digitale in sanità che crea occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti di utilizzo del digitale come leva di innovazione e miglioramento nel mondo della Sanità.

L'Azienda sanitaria locale di Frosinone ha messo a punto un progetto di innovazione che si articola in più servizi digitali. Il primo è un servizio di Tele-cardiologia con 15 installazioni fra case della salute, ambulatori territoriali e tre carceri, che consente di scaricare i referti attraverso un portale aziendale. Il servizio di Tele-monitoraggio domiciliare, invece, ha lo scopo di monitorare i pazienti in isolamento fiduciario con una chiamata automatica dal dipartimento di Prevenzione, modalità che rende il servizio accessibile anche agli utenti privi di strumenti o competenze digitali. Il progetto prevede inoltre un sistema di comunicazioni profilate e massive, che permette ai referenti pubblici una gestione più efficiente e efficace della Sanità.

Infine, il digitale sta supportando la campagna vaccinale per il Covid. Rispetto alla tele-cardiologia, sono state erogate e refertate oltre 200 Ecg, mentre il tele-monitoraggio ha gestito 44.000 pazienti, circa 1.200 al giorno. Oggi saranno proclamati i vincitori per ciascuna categoria in occasione del convegno "Sanità digitale oltre l'emergenza: più connessi per ripartire".