Oggi gli studenti del Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano hanno preso parte a un incontro con il Procuratore Gian Carlo Caselli, che ancora una volta ha accolto l'invito di celebrare con l'istituto la Giornata della Legalità. Al centro dell'incontro ci sono stati diversi temi, sempre attuali, sui quali i ragazzi hanno potuto interagire con il magistrato. Tra gli altri, sono stati toccati argomenti come terrorismo, mafia e soprattutto il coraggio quotidiano.

L'evento è stato così presentato dall'istituto della preside Francesca Ardolino sul suo sito: "Gian Carlo Caselli ha lottato contro il terrorismo politico delle Brigate Rosse e di Prima Linea e contro la mafia. Dopo avere guidato le indagini contro il terrorismo a Torino, arrivò a Palermo, come Procuratore della Repubblica, dopo le stragi di Capaci e via D'Amelio, guidò il gruppo dei giudici impegnati nella cattura degli autori degli eccidi e dei latitanti, assicurando alla giustizia, tra gli altri, Leoluca Bagarella, Gaspare Spatuzza e Giovanni Brusca. Oggi presiede l'Osservatorio sulle Agromafie della Coldiretti.

L'incontro verrà trasmesso in diretta streaming (http://liceoceccano.it/live) e sarà moderato dai professori Pietro Alviti e Anselmo Pizzutelli. Gli studenti del Liceo potranno rivolgere le loro domande al procuratore, anche sul fenomeno delle agro-mafie e all'incidenza della pandemia sugli affari illeciti della criminalità organizzata. Sarà possibile per tutti rivolgersi al procuratore tramite i social del Liceo. Una nuova lezione di cittadinanza, di storia, ma soprattutto di coraggio civile".
Continua così l'impegno formativo del liceo con lezioni che vanno oltre i libri di testo.