Si attende di conoscere la data dei funerali per portare l'ultimo saluto a Ernesto Caperna, il cinquantatreenne vittima di un incidente avvenuto nella tarda serata di sabato in via Armando Fabi a Frosinone, all'altezza di Zambardino. Intanto la Procura ha incaricato un perito per accertare la dinamica dello scontro frontale avvenuto nel primo week-end di coprifuoco prolungato fino alle 23. E da accertare, anche tramite testimoni, proprio l'esatto orario in cui si è verificato l'incidente tra la Hyundai i20, condotta dal cinquantatreenne, e l'Audi Q2 guidata da un sessantenne anche lui del capoluogo.

Da chiarire se l'impatto sia avvenuto prima o dopo (come sembrerebbe) il coprifuoco. Impatto che non ha lasciato scampo a Caperna. È morto sul colpo. In auto con il cinquantatreenne viaggiavano il figlio di venti anni e un bambino di sette. Il ventenne è stato trasportato prima all'ospedale "Spaziani" e poi è stato trasferito al "San Giovanni", mentre il piccolo al "Bambino Gesù". Entrambi sono tuttora ricoverati. Il conducente dell'altro veicolo è stato, invece, trasportato al nosocomio di Alatri in stato di shock. L'uomo, come da prassi in simile circostanze, è stato indagato per omicidio stradale e verrà ascoltato nei prossimi giorni. È difeso dall'avvocato Giampiero Vellucci, mentre gli eredi di Caperna si sono affidati agli avvocati Alessandro Petricca e Luigi Tozzi.

Il ricordo
Ernesto Caperna era molto conosciuto, grande tifoso del Frosinone calcio. La notizia della morte del tifoso giallazzurro ha destato tanto dolore nei familiari, negli amici e in tutte le persone che lo conoscevano e stimavano. Da tutti ricordato come una persona dal cuore grande, sempre sorridente e cordiale. Tanti messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia. La Curva Nord e tutto il gruppo de I Leoni del Matusa si stringono al dolore «per la perdita del caro leone Ernesto Caperna che ci ha lasciato per un tragico incidente avvenuto sabato nel capoluogo hanno scritto sui social Rip Leone». Cordoglio inoltre dal Supino club Frosinone.

E tantissimi i messaggi che anche nella giornata di ieri sono comparsi sui social. "Un signore e una persona per bene, mancherai": "Da anni non ci vedevamo ma ho dei ricordi belli di lui, di una persona buona e dal cuore grande. Sempre sorridente"; "Sei e resterai un grande uomo, dal cuore grande"; "Non ci conoscevamo di persona eppure mi avevi mostrato la tua gentilezza, il tuo affetto, con un gesto semplice e non scontato.
Questo mi basta per capire la persona che eri. Mi spiace non averti potuto ringraziare. Ti mando un bacio fin lassù"; "Non ti dimenticheremo mai leone, sarai sempre con noi". Questi alcuni post in ricordo del tifoso giallazzurro.