Tolleranza zero verso quanto accaduto nella villetta e a Sant'Apollinare scatta il divieto d'ingresso al parco giochi per i cani. L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enzo Scittarelli, ha deciso che a seguito dei recenti fatti accaduti, è vietato l'accesso ai cani "in aree destinate e attrezzate per particolari scopi, come le aree gioco per bambini, a tal fine chiaramente delimitate".

Dunque, al parco gioco non possono circolare i cani.
"Nella giornata odierna - ha inoltre annunciato l'amministrazione - la polizia locale esaminerà i filmati delle telecamere per capire l'accaduto".

E fa appello al senso civico di tutti: "Si ricorda ai padroni di cani e gatti di raccogliere gli escrementi dei nostri amici a quattro zampe nelle aree pubbliche".
Cartacce, lattine, scarti di cibo e immondizia varia invadono infatti da qualche tempo la villetta di Sant'Apollinare.

«Siamo molto dispiaciuti lo sfogo amaro del sindaco Enzo Scittarelli per quanto accaduto. Siamo di fronte ad un reale danneggiamento "delle cose pubbliche "ovvero "delle cose di tutti". Il comportamento messo in atto da qualcuno sicuramente pochi denota una totale mancanza di senso civico, invitiamo pertanto tutti al rispetto del bene pubblico».

Gli amministratori e il sindaco Scittarelli, che hanno sempre lavorato per diffondere un certo senso dell'ordine e della manutenzione dei luoghi frequentati dalle famiglie e dai bambini, non possono che dirsi amareggiati per le scene che si presentano davanti ai loro occhi soprattutto nei fine settimana, quando, con l'arrivo delle belle giornate, i santapollinaresi possono finalmente tornare ad usufruire della villetta, che invece viene deturpata dal comportamento incivile di qualcuno.