Le scuole di Ceprano sono fra le 10.500 di tutta Italia in cui saranno attivati i servizi a banda ultra-larga. Grazie al bando "Piano scuola" di InfraTel, gli istituti possono richiedere una connessione simmetrica in fibra fino a un gigabit al secondo, usufruendone gratuitamente per i primi cinque anni. Verranno così assicurati i collegamenti superveloci, le barriere spazio-temporali saranno eliminate definitivamente e i vecchi problemi di connessione con le conseguenti interruzioni o rallentamenti cesseranno. Non bisognerà più accendere e spegnere i modem, oppure ricorrere alle telefonate di emergenza per porre riparo alle disconnessioni.

Presto il collegamento veloce, sicuro ed efficace sarà garantito in tutte le scuole del territorio comunale. I plessi di Ceprano sono stati cablati in fibra ottica e presto attiveranno gli innovativi servizi. Pertanto, sarà garantito il diritto allo studio nella scuola del futuro proiettata verso la digitalizzazione. Oltre agli istituti scolastici, tutti gli edifici comunali e le case private saranno raggiunte dal velocissimo sistema di collegamento, che garantisce comunicazioni e scambi dati a mille mega bit. Un servizio importantissimo, in funzione delle nuove forme di comunicazione e interscambio. Arrivare a viaggiare a 1.000 megabit rappresenta un obiettivo sensazionale.

La rete in fibra ottica, infatti, permette di scaricare e inviare i dati più velocemente rispetto alle tecnologie oggi in uso, e di conseguenza le prestazioni della connessione miglioreranno sensibilmente non solo in termini di velocità nel download e nell'upload di dati, ma soprattutto nella possibilità di collegarsi con diversi dispositivi contemporaneamente, senza incidere sulla qualità della connessione e sulla sicurezza dei dati, elemento non trascurabile e a cui si aggiunge anche la sicurezza a livello tecnico. Le scuole, soprattutto dopo l'emergenza sanitaria, si sono dovute adeguare ai sistemi di comunicazione informatici trasferendo on-line una serie di funzioni e servizi prima svolti esclusivamente in presenza. Questo particolare periodo è servito ad aprire un nuovo percorso all'insegna della digitalizzazione dell'innovazione.