L'Amministrazione comunale e il sindaco Roberto Caligiore continuano a realizzare progetti di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne. «Venerdì scorso spiega la consigliera delegata alle Pari opportunità, Mariella Bruni si è riunita la Commissione composta dal vicesindaco Federica Aceto, dalla sottoscritta, dal consigliere Mauro Staccone, insieme alla presidente del Telefono Rosa provinciale Patrizia Palombo, accompagnata dalla sua vice Sara Mastrogiacomo. Sono stati valutati gli elaborati del primo concorso "Io dico No alla violenza sulle donne", pervenuti dalle scuole ceccanesi.

Si tratta di oltre 40 tra disegni e video ed è stato molto difficile scegliere i vincitori, in quanto tutti i lavori prodotti erano meritevoli e significativi. Non posso fare altro che ringraziare i dirigenti degli Istituti scolastici che hanno accolto il concorso; i docenti che hanno messo in campo la loro professionalità e il loro tempo e tutti gli alunni che hanno realizzato i lavori». Alle parole della consigliera Bruni si aggiungono quelle del vicesindaco Aceto: «Mi ha fatto piacere essere coinvolta in questo progetto. Ho potuto esaminare gli elaborati proposti dai ragazzi, con i quali mi complimento per la creatività e l'impegno. Davvero ce ne sono alcuni che mostrano una sensibilità particolare e spiccata.

Indipendentemente dal vincitore, sono felice della partecipazione all'iniziativa. Ringrazio Patrizia Palombo, il Telefono Rosa, la consigliera Mariella Bruni, il consigliere Mauro Staccone e l'asses sore Mario Sodani». Quindi, il commento di Staccone: «È stato un onore essere chiamato a valutare questi elaborati. Come uomo, credo sia importantissimo sensibilizzare i giovani sul tema della violenza contro le donne.
I premi, in buonida 100euro, sonostati offerti dal Telefono Rosa e dall'asso ciazione Gea, di cui sono presidente. Siamo sempre molto felici di poter restituire al territorio quanto riceviamo con il 5x1000. I lavori, seppur non tutti possano essere premiati, hanno mostrato il grande impegno deiragazzi e mi complimento con loro».

Sensazioni positive anche dall'assessore alla Pubblica Istruzione Mario Sodani: «Una iniziativa lodevole per la sensibilizzazione su un tema spinoso e centrale nel dibattito pubblico. Il mondo della scuola si conferma un baluardo nella formazione della persona attraverso i valori costituzionali e il rispetto della dignità umana».