Una giornata simbolica per ricordare le vittime delle Marocchinate, una delle pagine più buie della Seconda Guerra Mondiale che si è registrata in Ciociaria. Quando venerdì sera la Rocca Janula a Cassino è stata illuminata di blu nell'ambito del progetto "Le luci della fratellanza" si è scatenato l'inferno. In un post pubblicato dall'associazione Terraferma che ha ideato e realizzato il progetto, pubblicato sulla pagina Facebook Cassino Comunica, utilizzata dal Comune anche per pubblicare lo streaming dei consigli e le principali notizie istituzionali, le autrici hanno spiegato la scelta del blu "In memoria delle truppe francesi e dei 12.000 goumiers che il 14 maggio del 1944 presero Ausonia".

Una scelta che ha indignato l'intero territorio perché proprio quei goumiers si sono macchiati di alcuni tra gli episodi più violenti e brutali degli eventi bellici, stupri e abusi su donne, uomini, bambini e anziani, addirittura preti, che hanno segnato profondamente e per sempre migliaia di persone. Il passaggio dei goumiers e le violenze perpetrate ai danni della popolazione sono conosciute come Marocchinate e da tempo ci sono associazioni, familiari e istituzioni che si battono per il riconoscimento di questi eventi.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99