Cercasi sede. L'associazione Risorse Donna che gestisce il centro antiviolenza "Stella polare" è impegnata in prima linea nel contrasto alla violenza di genere e non solo. "Il Centro affronta situazioni economiche difficili visto che l'ente comunale non assicura un celere trasferimento dei fondi e non condivide una visione comune - spiegano dal sodalizio -

Di fronte al fenomeno della violenza di genere non è ammissibile discontinuità e mancanza di certezza. Il centro antiviolenza si struttura come uno spazio sociale, culturale e formativo e si ritiene importante per tale operatività che benefici di uno spazio pubblico che ne garantisca la stabilità; a tal proposito la legge del 30 dicembre 2020, numero 178, dal titolo "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023" riconosce il valore sociale e civile delle associazioni di donne che la perseguono la promozione della libertà femminile e di genere e la prevenzione e al contrasto delle discriminazioni e prevede che le amministrazioni concedano in comodato d'uso gratuito immobili del patrimonio pubblico.

Per ottenere finalmente un confronto che dia delle risposte chiare e condividere intenzioni ed obiettivi, invitiamo il sindaco e tutta l'amministrazione nel centro antiviolenza di via Pisani giovedì 20 maggio alle ore 16».