Il Comune ha aderito al nuovo Sistema bibliotecario "Valle del Sacco" per accrescere la disponibilità del patrimonio librario, e soprattutto potenziare l'offerta culturale per i cittadini.

La decisione di rientrare in questo sistema intercomunale, in passato già in essere ma sospeso per vicissitudini di varia natura, è stata presa dal Consiglio comunale nell'ultima seduta e rappresenta l'opportunità di far rientrare la biblioteca comunale del piccolo centro lepino intitolata a "Natale Polci" in un circuito laziale, in particolare nell'Organizzazione bibliotecaria regionale.

Un'occasione in più che permetterà a tutto il sistema interbibliotecario di accedere a diversi bandi che verranno proposti dalla Regione a favore delle biblioteche, di cui si avvantaggerebbe ovviamente anche quella di Giuliano di Roma.

Fare sistema significa innalzare i livelli qualitativi e quantitativi delle offerte, a partire proprio dalla dotazione libraria, che può contare su un patrimonio condiviso con altri Comuni, visto che l'ambito territoriale di riferimento per Giuliano di Roma è quello dell'area Centro-Nord della provincia di Frosinone: Acuto, Alatri, Amaseno, Anagni, Boville Ernica, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Ferentino, Frosinone, Morolo, Paliano, Patrica, Pofi, Ripi, Serrone, Sgurgola, Supino, Vallecorsa, Veroli.

Condivisione strategica per promuovere la crescita culturale ma anche sociale della comunità, garantendo l'acceso gratuito e senza vincoli a chiunque vorrà usufruire dei servizi bibliotecari e delle iniziative culturali che saranno incrementate, in una logica di uguaglianza, libertà e pari opportunità.

Certo, perchè avere una biblioteca attrezzata significa poter spaziare tra varie attività culturali, fra cui gli incontri con gli autori, le mostre fotografiche e artistiche.