Zio Peppuccio, all'anagrafe Giuseppe Ruggiero, che a 10 anni dalla sua misteriosa scomparsa, ancora non ha avuto l'onore di una sepoltura, ha trovato "ospitalità" nella casa comunale di Coreno Ausonio «per continuare così a vivere nei nostri cuori», ha detto il figlio Antonio.

Dal 15 maggio campeggia in Comune una foto che ritrae la simpatica faccia dell'anziano sparito nel 2011 e gli ultimi due scatti che risalgono a qualche ora prima della scomparsa, avvenuta mentre passeggiava sul pianoro di Vallaurea.

«Grazie da parte della mia famiglia al sindaco Simone Costanzo e all'amministrazione per questo gesto di umana pietas che ci aiuta a elaborare questo non lutto», ha sottolineato Antonio Ruggiero, che in questi anni, per ripercorrere il dramma che vive la sua famiglia, ha dato alle stampe il libro "Il buio oltre la valle" e ha assunto un ruolo di primo piano nell'associazione "Penelope".