Turismo, salute, accoglienza in sicurezza, rilancio economico. Questi i fattori sui quali una città a forte vocazione turistica come Fiuggi è chiamata, suo malgrado, a fare i conti ogni giorno in tempi di pandemia da Covid 19. In questo contesto va inserita anche la campagna di vaccinazione di massa lanciata dalla Regione Lazio per il prossimo week end ed alla quale tutti i medici di famiglia, coordinati dal dott. Eugenio Frascaro che esercitano la loro professione nella città termale hanno immediatamente risposto: "Presenti".

Domani presso le sale mediche della Fonte Anticolana, attive nelle vaccinazioni ormai da diverse settimane, avrà luogo "l'Open Day" (Astrazeneca) riservato agli over 40 esclusivamente assistiti dai seguenti nove medici di famiglia (Dott.ri Vito Grazioli, Mauro Giacomi,Vittorio Terrinoni; Eugenio Frascaro, Enrico De Angelis, Alessandro Dubla, Barbara Monetti, Marco Grazioli, Alessia Tiroli). Una campagna vaccinazioni su larga scala. Per prenotarsi chiamare il numero dedicato 328/2219866.

Lavori in corso
Tutto questo va ad incrociarsi in qualche modo e per alcuni aspetti connessi, anche con quella Fonte Anticolana che proprio in questi giorni registra lavori in corso frenetici, tesi a centrare l'obiettivo del 15 giugno prossimo, quando verrà inaugurato, nell'ambito del Progetto Ponte – Fiuggi 2021, il villaggio, con ingresso gratuito, dedicato alle famiglie ed al turismo di prossimità, con annessi spazi per lo "smart working" in linea con la campagna "vacanze e lavoro", di cui si è discusso negli stati generali dei mesi scorsi su proposta del gruppo di minoranza della Fiuggi Viva e che grande successo sta riscuotendo in molte città turistiche dello stivale.

Si tratta di una corsa contro il tempo nel tentare di mettere in piedi una stagione termale in sicurezza. Fiuggi si sta rimboccando le maniche, consapevole però che da sola non potrà mai farcela.
Per questo a ragion veduta continua mantenere lo sguardo rivolto nella direzione del Governo e della Regione Lazio, Vedremo. Perché Fiuggi malgrado tutto resta la città turistica più importante nel Lazio dopo Roma.