Hanno a cuore le bellezze del territorio, la cura dell'ambiente, del verde, della natura. Sono sempre in prima linea per restituire decoro a scorci, angoli, aree caratteristiche della città ernica. Un impegno, quello dei componenti dell'associazione Lamasena, sotto gli occhi di tutti. In questi ultimi giorni sono stati impegnati nella bonifica del Parco Aromari, area adiacente all'acquedotto romano di Casamari.
L'amministrazione comunale ha rinnovato l'affidamento dell'area al circolo Lamasena.

Il commento
«È iniziata la nuova stagione di volontariato ambientale a favore del Parco Aromari, ubicato presso l'abbazia cistercense di Casamari - sottolineano dall'associazione - Con l'attività di sfalcio e pulizia dell'intera area inizia una nuova intensa stagione che prevede molte giornate di giardinaggio per poter offrire ai turisti e ai viandanti, che percorrono abitualmente l'adiacente via Benedicti, ospitalità e riposo all'interno dell'area verde che conserva i resti storici di un antico ponte romano e dell'acquedotto medioevale».

Già dal 2014, l'associazione Lamasena cura il parco provvedendo alla manutenzione del giardino, alla pulizia periodica e al riassetto degli arredi urbani.
Il progetto di affidamento del parco è regolato dalla disposizione dell'ente Veroli che, nel 2014, stabilì il perimetro di compartecipazione delle associazioni nella gestione dei beni comuni.

Con la nuova delibera del 22 aprile scorso l'amministrazione Cretaro ha rinnovato, per ulteriori tre anni, l'affidamento del parco ai volontari del circolo Legambiente Lamasena APS riconoscendone lo spirito di servizio e l'impegno profuso dai soci nel valorizzare e conservare il decoro dell'intera area.