Le attività del centro commerciale "La Selva" di Sora ieri mattina hanno aderito all'iniziativa nazionale "Chiudiamo perché vogliamo riaprire", promossa dal Consiglio nazionale dei centri commerciali per esprimere il disappunto contro le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.

Il presidente del Consorzio "La Selva", Osvaldo Polito, ha rivolto un plauso all'iniziativa: «Anche noi abbiamo aderito con forza perché abbiamo tanti di quei danni in questo periodo con le chiusure nei fine settimana che solo noi sappiamo. Stiamo cercando in tutti i modi di sollecitare la parte pubblica, la parte politica, le istituzioni, un po'tutti insomma, sempre nel rispetto delle regole e delle leggi che però devono consentirci di lavorare per andare avanti. Alle 11 abbiamo abbassato le serrande delle attività, sono trenta tra quelle interne e quelle che si trovano all'esterno; tutte hanno aderito all'iniziativa: parliamo di marchi come Conad, Unieuro e Risparmiocasa. Questa adesione ci fa certamente onore e confidiamo di far arrivare la nostra voce sui tavoli importanti».

A fare eco al presidente Polito, Fabiano Tatangelo, titolare dei negozi Yamamay e Carpisa: «Noi abbiamo partecipato a questa iniziativa perché vogliamo tornare ad aprire nei festivi e prefestivi. Non riteniamo giusto che per strada tutti i giorni si possano raggruppare più persone creando assembramenti, mentre noi siamo obbligati a stare chiusi. Vorremmo anche noi lavorare e far lavorare i dipendenti. Qui al centro commerciale "La Selva" c'è controllo, è rispettato il distanziamento, abbiamo investito soldi per igienizzanti e per tutto ciò che chiedeva il governo, ma ancora oggi, dopo un anno, siamo ancora chiusi».