Via ai lavori per la messa in sicurezza del territorio.
Interventi programmati con i quali l'amministrazione del sindaco Renato Rea punta a risolvere il problema del dissesto idrogeologico in diverse località. Sono infatti iniziati la scorsa settimana i lavori di messa in sicurezza nelle zone di Pagnanelli, Costecalde e Selvelle.

«I lavori saranno concentrati sulle aree a maggior rischio di dissesto idrogeologico e che presentano criticità strutturali - ha spiegato il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Massimo Sera -  L'identificazione esatta delle aree di intervento, avvenuta analizzando nel dettaglio la relazione tecnico-geologica, ha consentito l'individuazione delle soluzioni più adeguate per rimuovere la causa dei problemi esistenti. Saranno sistemate le cunette per migliorare il convogliamento delle acque meteoriche e verranno messi in sicurezza i tratti stradali che presentano cedimenti strutturali».

Un intervento necessario data la morfologia del territorio arpinate, spesso in emergenza specialmente nei periodi invernali caratterizzati da forti piogge.
Il vicesindaco Sera ha infine ringraziato gli amministratori che hanno collaborato alle diverse fasi del progetto, in particolare Bruno Biancale, Maria Manuel, Dino Quadrini e il personale dell'ufficio tecnico.

Compiaciuto per la partenza degli interventi anche il sindaco Renato Rea: «Prendono finalmente il via i lavori grazie al finanziamento di 900.000 euro ottenuto dal Dipartimento degli affari territoriali del Ministero dell'interno - ha commentato il primo cittadino - Si tratta di interventi attesi da molti anni che metteranno insicurezza molte altre località di Arpino». Per la patria di Cicerone, dunque, si prospettano a breve strade più sicure, finalmente al riparo da frane e smottamenti.