"Giusto dare informazioni complete e rassicuranti, ma anche reali, come nel caso delle varianti. Non siamo ancora fuori dall'epidemia. Godiamoci sì le giornate di sole, nel rispetto delle regole. Lo Stato sta procedendo con le vaccinazioni e sta mettendo in sicurezza paese. Non faremo passi indietro".

Queste le parole del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, che ieri è stato ospite a Domenica In, su Raiuno. L'esponente del Governo ha aggiunto, come riporta anche orizzontescuola.it: "Ormai abbiamo raggiunto e superato le oltre 500 mila vaccini al giorno e i numeri saranno più alti appena arriveranno più dosi a maggio e giugno".

"Gli over 80 – ha evidenziato – non ancora vaccinati in Italia sono solo 500 mila. Stanno crescendo del 15% i vaccinati della fascia d'età 70-79 anni. E stiamo aprendo anche alle altre fasce d'età". Ancora: "Il virus lo freghiamo solo con il vaccino, più vaccinati ci sono, meno ammalati in forma grave avremo.
Verosimilmente, avremo un aumento di contagi nella popolazione più giovane, quella che si muove di più, ma si sicuro questo non peserà sui ricoveri e sulle terapia intensiva. Ciò non significa che a 40 non si possa morire di Covid, ma le chance sono più basse".

Il sottosegretario si è quindi espresso sul coprifuoco:  C"Lo spostamento del coprifuoco dalle 22, nell'Italia quasi tutta in zona gialla, potrebbe avvenire nel giro di "7-10-15 giorni. Probabilmente nelle prossime settimane anche il coprifuoco potrebbe essere spostato in avanti: non è una mia decisione, deve esserci una valutazione scientifica. I numeri potrebbero consentirlo tra 7-10-15 giorni, quando è stata varata la norma ci trovavamo nel pieno della terza ondata".