La Sabellico Srl, azienda cepranese che lavora i rifiuti, partecipa al progetto nazionale "Fishing for litter", partner di Legambiente Lazio, dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale, della Direzione marittima del Lazio, del Comune di Fiumicino, di Agci Lazio Agrital e della cooperativa "La pesca romana".

Un progetto ambizioso che, oltre a tutelare il patrimonio naturalistico riducendo i livelli d'inquinamento del mare, assicura il riutilizzo della plastica che viene appunto separata, per tipologia e colore, a Ceprano, nel nuovo impianto della Sabellico Srl. L'azienda sita in zona industriale e amministrata da Andrea Sabellico ha intrapreso da tempo un percorso di ampliamento e sviluppo con nuovi processi produttivi quasi totalmente automatizzati, per i quali serve comunque la presenza di personale per le verifiche, il controllo e la gestione dei cicli.

Ora l'azienda partecipa al progetto "Fishing for litter" grazie al quale a Fiumicino e Civitavecchia i pescatori contribuiscono a ripulire il mare dalla plastica, lavorando e raccogliendo contemporaneamente i rifiuti che poi conferiscono in apposite aree predisposte nei porti. I carichi di rifiuti plastici vengono poi trasferiti in vari impianti di separazione e fra questi l'azienda di Ceprano.

Il "Fishing for litter" consente di rimuovere i rifiuti in mare parallelamente all'attività di pesca. Uno degli step principali del processo si svolge proprio presso la Sabellico di Ceprano che coniuga l'attività lavorativa all'azione di bonifica del mare.